Comitato per la libertà, il diritto all’informazione, alla cultura e allo spettacolo

Conferenza stampa

Cultura, Spettacolo, Informazione, Scuola, Università, Ricerca: precario il lavoro, precaria la libertà, precaria la democrazia
Il comparto della conoscenza si mobilita in difesa della Costituzione

19 di gennaio – ore 10.30

Federazione Nazionale della Stampa,

Corso Vittorio Emanuele II, n. 349, Roma

Gli scriteriati tagli di bilancio da parte del Governo che colpiscono la Cultura, lo Spettacolo, l’Informazione, la Scuola, l’Università e la Ricerca pregiudicano non solo settori che generano una fetta rilevante del PIL nazionale e occupano migliaia di lavoratori, ma anche il futuro stesso del Paese e della Democrazia.

Il risultato delle politiche di questi due anni è l’indebolimento di tutta la produzione culturale e artistica italiana, l’attacco alla libertà e alla pluralità dell’informazione, il ridimensionamento della ricerca e dell’università pubblica. Il decreto Milleproroghe, in discussione al Parlamento, anziché restituire risorse colpisce ulteriormente proprio quei settori, già in grave difficoltà, che la Costituzione protegge con enfasi.

Siamo convinti che anche il comparto culturale debba concorrere al processo di risanamento dell’economia nazionale ma è necessario tener presente che esso rappresenta l’identità e il futuro del paese e che per questa ragione va promosso e sostenuto.

Per questo tutti i settori della Cultura, dello Spettacolo e dell’Informazione si ritroveranno il 19 gennaio (ore 10.30, Federazione Nazionale della Stampa, Roma) per denunciare il proprio disagio e annunciare una serie di iniziative pubbliche.

Vi chiediamo di partecipare a questo appuntamento e diffonderne la notizia.

Comitato per la libertà, il diritto all’informazione, alla cultura e allo spettacolo
(Info: Beppe Gaudino, 3318555932, movem09@gmail.com; gaundri@tiscali.it)

COSTITUISCONO IL COMITATO:

COMITATO DICEMBRE 010

MovEm09 –Movimento Emergenza Cultura Spettacolo Lavoro

a cui aderiscono:

AFIC –Ass. Festival Italiani Cinematografici; AGIS-lazio ANEC; AIAM – Associazione Italiana Attività Musicali; ANAC- Ass. Nazionale Autori Cinematografici; ANART – Ass. Nazionale Autori Radiotelevisivi e Teatrali; APTI- Ass, per il teatro Italiano; ARCI ; ARTICOLO 21, liberi di – Ass. giornalisti; ASC – Associazione Scenografi Costumisti Arredatori; ASST- Ass.Sindacale Scrittori Teatro; CEDRAP Centro di Documentazione e Ricerca sull’Arte Pubblica; 100 AUTORI- Ass. dell’Autorialità cinetelevisiva; DOC.IT- Ass. Documentaristi Italiani; COMITATO 3 –Movimento cinematografico; CORE- Ass. danzatori; C.Re.S.Co. –Coordinamento delle realtà della scena contemporanea; Federazione CEMAT- Ente Promozione Musicale; Fed. It. Art. Federazione Italiana Artisti; FIDAC – Federazione Italiana Associazioni Cineaudiovisivo; FNSI – Federazione Nazionale Stampa Italiana; GRUPPO ARTE TAPE; LEGAMBIENTE; Legacoop –Lega Nazionale delle cooperative e Mutue; NERAONDA – Produttore Teatrale; NUOVA CONSONANZA – Ass. musicale; MAUDE- Ass. Lavoratrici Spettacolo; MEDIA COOP Ass. Cooperative Editoriali e di Comunicazioni- MUSICA ARTICOLO9 – Ass. musicale; SACT- Scrittori Associati Cinema Televisione; SAI – Sindacato Attori Italiani; SIAM –Sindacato Italiano Artisti Musica; SLC-CGIL- Nazionale; SLC_CGIL Regionale; SNCCI- Sindacato Nazionale Critici Cinematografici; SNS- Sindacato Nazionale Scrittori; RETE 29 APRILE- Ricercatori Universitari; RICERCA LIBERA- TAM TAM cinema; Teatro ARGOT studio; Teatro ELISEO; Teatro LA BILANCIA; Teatro VASCELLO; Tutti a casa (movimento spettacolo audivisivo); UCCA- Unione Circoli Cinematografici Arci; Ufficio Sindacale Troupe SLCCGIL; UILCOM-Uil Lazio; USIGRAI; ZERO PUNTO TRE – Ass. teatrale. E tante singole personalità di tutti i settori spettacolo dal vivo, cinema, dell’università e della ricerca e dell’editoria.