Due mesi caldi caldi per OpenStreetMap e GFOSS.it

…saranno proprio così i prossimi due mesi per la comunità italiana di OpenStreetMap, ormai una realtà consolidata e supportata dall’Associazione italiana per l’informazione geografica libera, GFOSS.it.

Il progetto OpenStreetMap (OSM)

Il progetto OpenStreetMap si propone di creare, aggiornare e fornire dati cartografici liberi, sul modello collaborativo di Wikipedia, utilizzando la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0. Per la diffusione e lo sviluppo del progetto vengono organizzate conferenze ma soprattutto mapping party, eventi solitamente di due giorni in cui i partecipanti, muniti di GPS, carta e penna girano per la zona scelta mappando vie, negozi, punti di interesse e qualsiasi cosa possa essere interessante per la lettura del territorio.
In Italia il progetto ha avuto uno sviluppo notevole da un anno a questa parte e i risultati sono sorprendenti, sia in termini di aree coperte, che di numero di persone che si sta aggiungendo al manipolo di mappatori inizialmente coinvolti. Il primo evento italiano è stato in occasione della South Tyrol Free Software Conference, nel novembre 2007 a Merano. L’amministrazione comunale ha risposto in modo ottimale, rilasciando i dati cartografici di propria competenza e mettendoli a disposizione di OpenStreetMap.
A partire dai primi giorni del 2008 si sono tenuti altri ritrovi a Pavia (6 gennaio) e ad Arezzo (26-27 gennaio). In questa sede, grazie all’intraprendenza dell’Assessore alle innovazioni tecnologiche si è organizzato un evento divulgativo ed operativo molto interessante, coinvolgendo anche un istituto geometri, e con un buon risultato finale. A fine febbraio, a Perugia, in occasione del IX Meeting degli Utenti Italiani di Grass-Gfoss si è riunita una componente rilevante della comunità sia per il convegno sia per il mapping party nel fine settimana.

Eventi in corso ed eventi prossimi

La primavera 2008 sta vedendo una decisa accelerazione e maturazione del fenomeno, sia in termini quantitativi che qualitativi.

A testimonianza del forte raccordo fra sensibilizzazione sull’informazione geografica libera e comunicazione cercato da GFOSS.it, dal 17 marzo ha preso il via l’iniziativa M(‘)appare Milano. Questa si svolge in collaborazione con la trasmissione MenteLocale, in onda quotidianamente su Radio Popolare di Milano, che pubblicizza il progetto e gli eventi di mappatura che si svolgeranno per puntare al completamento del capoluogo lombardo (si parte con il primo ritrovo il 6 aprile, e altri appuntamenti sino alla fine di maggio. Si invita a consultare per maggiori informazioni la pagina www.mapparemilano.com)
L’incremento del numero di mappatori ha inoltre portato la possibilità di organizzare più eventi contemporaneamente o a distanza di pochi giorni. Ecco di seguito la lista (e in allegato la mappa) di quelli già in programma:

  1. 13 Aprile mapping party sparsi per l’Italia: a Rovigo, Vicenza, e sul promontorio di Portofino in Liguria.
  2. 19-20 Aprile: a Ferrara, organizzato col supporto del Linux User Group di Ferrara e patrocinato dal Comune emiliano, in concomitanza del Festival Città Territorio
  3. 18 Maggio a Trento, al termine della Conferenza Italiana sul Software Libero (con il patrocinio della Fondazione Bruno Kessler)
  4. fine maggio-primi di giugno: Torino

Come partecipare

Per chi fosse interessato al progetto o a partecipare ad uno degli eventi, consigliamo vivamente di controllare la pagina http://wiki.openstreetmap.org/index.php/WikiProject_Italy, dove potrete trovare maggiori informazioni.
E’ possibile inoltre iscriversi alla mailing list italiana di OpenStreetMap, all’indirizzo http://lists.openstreetmap.org/cgi-bin/mailman/listinfo/talk-it

Link

per approfondimenti e contatti: comunicazione@gfoss.it

[a cura del gruppo di lavoro comunicazione GFOSS.it]