XYLAB

La variabile X in cerca di identità, che l’estate scorsa aveva già provato, con interessanti risultati, a proporre nuovi modelli formativi in 15 giorni di workshop all’interno di un castello del Salento, torna quest’anno e si moltiplica.

I laboratori di ricerca e progettazione diventano due:

X affronta il tema del new publishing (in inglese, e non in italiano “nuova editoria”, per sottolineare l’atto del pubblicare non strettamente legato al mercato editoriale, quanto all’immediatezza della condivisione attraverso facebook e gli altri network).
La ricerca di X si articola tra il design dei processi, la crisi, con la conseguente scarsezza delle risorse, le autoproduzioni e l’artigianato digitale e non, la consapevolezza del ruolo centrale delle reti nella nostra esistenza.

Y conia un neologismo per definirsi: videomhacking, come dire l’applicazione del making e dell’hacking all’attività del videomaker, al fine di trasformare il modo di raccontare storie attraverso il video.
Per raggiungere tale scopo gli organizzatori hanno previsto l’utilizzo di strumenti innovativi quali Arduino (scheda elettronica per la prototipazione) e Magic Lantern (firmware aggiuntivo per fotocamere Canon EOS).  

Entrambi i laboratori si terranno presso il Castello Baronale di Castrignano de’ Greci (LE) dal 17 luglio al 31 luglio 2014. Le attività quotidiane si svolgeranno nell’arco di 7 ore e comprenderanno, oltre allo sviluppo dei project work, un’ora di alfabetizzazione informatica al giorno. I 33 + 33 partecipanti saranno divisi in 3 + 3 tavoli di progetto, ognuno dei quali seguito da 2 docenti e uno o più tutor. Ogni giorno – dalle 14 alle 15 – uno tra staff, docenti e tutor terrà uno speech frontale per approfondire uno dei temi del laboratorio. Gli speech saranno aperti a tutti e disponibili in streaming.
Fondamentale, nel processo formativo proposto, la valorizzazione del sistema relazionale studenti/docenti che si attiva stando insieme in un luogo, fissando insieme degli obiettivi, definendo delle sfide, cercando di vincerle in maniera cooperativa.

Tra i docenti e tutor coinvolti: Salvatore Iaconesi, Oriana Persico, Alessio Erioli, Mauro Bubbico, Leonardo Romei, Salvatore Zingale, Silvio Lorusso, Eugenio Battaglia, Alessio D’Ellena, Emilio Macchia, Antonio Vergari, Danilo Di Cuia, Jacopo PompiliiMarcus StröbelCosimo BizzarriGianpaolo D’AmicoPaolo PatelliGiacomo LeonziNicholas CaporussoMichelantonio TrizioLuiz RomeroLea DicursiMatteo BenciniRuggero CastagnolaGiuditta Vendrame.

Il laboratorio X è un progetto di FF3300 società di strategia e design della comunicazione e Pazlab studio creativo, il laboratorio Y è un progetto dell’associazione Inuit e Dinamo Film società impegnata nel campo delle produzioni cinematografiche.

XYLAB, patrocinato da Aiap, è realizzato con il contributo dell’Iniziativa Laboratori dal Basso (azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007-2013) curata da ARTI (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) e Bollenti Spiriti per aiutare i giovani che vogliono imparare a fare impresa secondo i principi di sostenibilità sociale, economica e ambientale. Si tratta di una misura importantissima per la Puglia, che sta offrendo possibilità formative d’eccellenza a centinaia di giovani.

Infine, affinché i progetti di ricerca avviati durante i laboratori continuino a vivere, è stata avviata una Campagna di Crowdfunding. L’intento è raccogliere 5.000 euro che serviranno per acquistare il materiale utile alla costruzione di un Caschetto Neurale Opensource modulare e anche allo sviluppo di un nuovo progetto: Lantern.ino, che permetterà di interfacciare qualsiasi sensore o controller ad una fotocamera Canon, al fine di controllarne tutte le funzioni.

Per maggiori informazioni:
segreteria organizzativa X: 3400816352
segreteria organizzativa Y: 3803797188