logosdc

Liberius alla Sapienza: “Gruppo di Ricerca su Diritto d’autore, nuove tecnologie e usi sociali dei media digitali”
Trovare un equilibrio fra la tutela del diritto d’autore e l’accesso pubblico alla conoscenza socialmente prodotta è un’esigenza molto sentita.
In Italia, il 25 ottobre presso il MIBAC si è insediata la commissione per la riforma del diritto d’autore e dei diritti connessi, guidata dal professore Alberto Maria Gambino per ripensare complessivamente il rapporto fra le tutele previste dall’ordinamento giuridico italiano e l’evoluzione tecnologica e dei costumi circa l’utilizzo, la creazione, la diffusione e la commercializzazione delle opere d’ingegno.
A livello internazionale si moltiplicano invece le proposte per trovare un punto d’equilibrio fra l’anarchia e il controllo che caratterizzano le diverse pratiche nella gestione del diritto d’autore, fra queste le licenze flessibili Creative Commons elaborate dal prof. Lawrence Lessig, ma altre interessanti proposte provengono dall’iniziativa internazionale sull’open access cui hanno aderito 77 università italiane e quella degli open archives. Mentre si moltiplicano i gruppi d’interesse che si occupano di diritto d’autore a livello nazionale, come l’assocazione dei bibliotecari AIB, non mancano le proposte radicali di ripensamento della gestione della cosiddetta proprietà intellettuale a livello mondiale. Un’associazione indiana, IT for Change, è giunta al secondo Internet Governance Forum di Rio de Janeiro con una proposta provocatoria: creare un indirizzo apposito per i contenuti di pubblico dominio.
Dalla riflessione scaturita nell’ambito della Commissione Governativa per la riforma sul diritto d’autore in Italia, alcuni suoi membri (prof. Arturo Di Corinto, Avv. Marco Scialdone, Dott. Lorenzo De Tomasi) hanno ritenuto utile proporre e costituire un gruppo di ricerca presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma per analizzare il tema a livello scientifico coinvolgendo sia gli studenti che i docenti della facoltà.

Fra le proposte finora elaborate in via informale e da definirsi con il gruppo alla prima riunione di mercoledì 28 ottobre dalle 18:30 alle 19:30 presso la stanza 102 della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma, consideriamo le seguenti:

– Ciclo di seminari su Diritto d’autore e sua evoluzione, coordianta dall’avvocato Marco Scialdone
– Osservatorio sul diritto d’autore in Italia
– Attivazione di uno sportello di assistenza legale gratuita sul diritto d’autore per gli studenti in collaborazione con l’ass. Frontiere Digitali, la Free Hardware Foundation e lo sportello Liberius

Finora hanno aderito al gruppo di ricerca:
– Prof. Francesca Comunello
– Avv. Deborah De Angelis
– Dott. Lorenzo De Tomasi
– Prof. Arturo Di Corinto
– Dott. Corrado Giustozzi
– Prof. Alberto Marinelli
– Prof. Raffaella Messinetti
– Avv. Ermanno Pandoli
– Prof. Stefano Rodotà
– Avv. Marco Scialdone

Il gruppo è aperto ai contributi di docenti e studenti di ogni ordine e grado.