La Provincia di Roma e l’Associazione “Il Secolo della Rete – For a free knoweledge society ”

Organizzano per il 14 febbraio 2006 a Roma, Presso la Sala Convegni del Garante della protezione dei dati personali, in P.za di Monte Citorio 121 il convegno:

Dopo Bilbao, dopo Tunisi: quali regole per la società della conoscenza?

Il WSIS (World Summit on Information Society) 2005 è stato un importante momento di confronto sui temi caldi della cosiddetta Società dell’Informazione per il mondo della politica, delle istituzioni e della società civile.

A Tunisi sono convenuti migliaia di partecipanti da tutto il mondo e seppure i temi affrontati sono stati molteplici, rimangono riconducibili a tre filoni principali:

§ L’internet governance

§ Il digital divide

§ I diritti umani e le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT)

fronte brochure
interno brochure

Le riprese girate in occasione dell’incontro “Dopo Bilbao Dopo Tunisi ” del 14 febbraio sono di RESPONSIBILITY.TV

http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/DDDiCorinto.wmv
http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/PizzettiGarantePrivacy.wmv
http://80.68.203.57/DDdekerkove.wmv

http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/DDBeatriceMagnolfi.wmv
http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/AssessoreVita.wmv
http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/DDMezzaRai.wmv
http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/ddDAngelo.wmv
http://80.68.203.57/VIDEO%20PER%20UPLOAD%202/Digital%20Divide/DDBergamoGlocalForum.wmv

Al di là dei singoli punti di vista, dei successi e dei fallimenti del summit, risulta chiaro che si tratta di temi che continueranno a lungo ad attraversare il dibattito pubblico.

La delegazione italiana a Tunisi ha offerto utili contributi al dibattito favorendo quel lavoro di messa in rete di esperienze e opportunità che derivano da un uso democratico e libero delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione.

Per fare il punto degli esiti degli incontri avuti al summit, e per immaginare nuovi scenari d’intervento, si propone una discussione fra i soggetti coinvolti nel processo di trasformazione responsabile di cui le ICT possono essere il volano.

Il convegno sarà strutturato in quattro Sessioni:

1. Premesse e Introduzione: l’intervento introduttivo, oltre ad inquadrare l’argomento, avrà il compito di ricordare le violazioni dei Diritti Umani che si sono purtroppo riscontrate a Tunisi

2. La seconda sessione prevede interventi sui temi: Internet Governance e Finanziamento, I contenuti delle autorità locali sulla società dell’informazione, L’applicazione della metodologia multistakeholders

3. La terza sessione è strutturata in una tavola rotonda in cui i diversi attori del Summit si confrontano e tracciano potenziali prospettive di lavoro comune a partire dagli esiti di Tunisi.

4. Prima delle Conclusioni verrà presentato uno studio, fatto dall’Associazione, relativo allo stato di avanzamento delle sperimentazioni sulla banda larga nelle Comunità Montane della Provincia di Roma.

PROGRAMMA

9,00-9,30

Registrazione

9,30-10,15

Saluto e Apertura dei lavori

Saluto del Garante per la protezione dei dati personali *Franco Pizzetti*

Introduzione del tema a cura di *Vincenzo Vita*, Assessore alle politiche culturali, della comunicazione e dei sistemi informativi della Provincia di Roma

10,15-13,15 Sessione I – I Summit sulla Società dell’Informazione di Bilbao e di Tunisi: risultati e questioni aperte

Modera: *Arturo Di Corinto*, Università La Sapienza

Flavia Marzano, Master Open Source Università di Pisa: Software libero: mito o opportunità?

Vittorio Bertola, Membro del Working Group Internet Governance: La Governance di Internet

Matilde Ferraro, Delegata Società Civile italiana al WSIS: I Meccanismi di Finanziamento per diffondere le ICT

Stefano Cacciaguerra, Capo Ufficio X della Cooperazione MAE: Il Governo Italiano a Tunisi

Fiorello Cortiana, Senatore

Antonio Palmieri, Deputato

Paolo Gentiloni, Presidente della Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi

Beatrice Magnolfi, Deputata

Derrick De Kerckhove, direttore del McLuhan Programme in Culture and Technology

Lucio Stanca, Ministro per l’Innovazione e le Tecnologie

14,15-17,00 Sessione II – Tavola Rotonda: Le prospettive future, i protagonisti a confronto

Modera: *Carlo Mochi Sismondi*, Direttore Generale Forum P.A.

Nicola D’Angelo, Commissario Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Jason Nardi, Direttore Unimondo: Campagna Cris-Communication Rights in the IS

Ramon Penagarikano, Direttore Generale Osservatorio NABE

Antonello Busetto, Responsabile Rapporti Istituzionali Federcomin

Giuseppe Giulietti, Portavoce di Articolo 21

Luca Bergamo, Direttore del Glocal Forum: Le città come system integrator della rete globale

Michele Mezza, Vicedirettore Strategie tecnologiche RAI Dai mass media ai personal media: divide o integration?

Enrico Menduni, Università Roma Tre

17,00 Conclusione dei lavori