Hi Tech! Festival dell’Innovazione – Come è cambiata la nostra vita!
programma festival innovazione

Videoclip dell’evento

Ospiti internazionali, mostre, musica, cinema e un’immersione nel mondo virtuale di Second Life.
Per quattro giorni Roma accoglierà tra i monumenti del complesso dell’Ara Pacis e Piazza Augusto Imperatore, oggetti tecnologici, musica elettronica, dibattiti culturali e una rassegna cinematografica, interamente dedicati al tema dell’Innovazione.

Dal 7 al 10 giugno prende il via la prima edizione del Festival dell’Innovazione, una festa organizzata da LAit spa (Lazio Innovazione Tecnologica), voluta dall’Assessorato Tutela dei Consumatori e Semplificazione Amministrativa della Regione Lazio, con il contributo del Comune di Roma. L’iniziativa si svolgerà da giovedì a domenica e coinvolgerà esperti e visitatori dentro l’universo poliedrico delle nuove tecnologie.

“Nell’organizzare questo evento ci siamo trovati spesso a chiederci cosa significasse innovare. Di sicuro, non si tratta di affidarsi solo alla tecnologia. Innovazione tecnologica è anche e soprattutto innovazione sociale e culturale. Con il Festival dell’Innovazione, Lait vuole provare a raccontare a tutti, non solo agli addetti del settore, le esperienze e le testimonianze di chi quotidianamente fa innovazione, attraverso un programma che spazia tra arte, musica, storia, cinema, dibattiti e mondi virtuali.” – dichiara Francesco Gesualdi, Presidente di LAit.

In questa no-stop di quattro giorni, il Festival ospiterà incontri con filosofi e scienziati, occasioni di svago e due serate per ballare con i dj più cult del momento, Francesco Zappalà e Alexander Robotnik. Fino all’ultima sfida ‘globale’: l’irruzione nel mondo di Second Life e la possibilità di vivere l’evento tra Reale e Virtuale.

Guida virtuale al viaggio dentro l’innovazione, il poeta Edoardo Sanguineti che apparirà nella suggestiva rappresentazione in forma di ologramma.
Il Festival si aprirà con l’inaugurazione della mostra Quando i Pc erano l’innovazione. La collezione, che presenta oggetti tecnologici dagli anni ’70 agli anni ’90, accompagnati da rare e curiose pubblicità d’epoca, sarà ospitata per tutta la durata della manifestazione nel Museo dell’Ara Pacis (inaugurazione giovedì 7, ore 10).

Quali e quante sono le facce dell’Innovazione? Come è cambiata la nostra vita grazie alla tecnologia? Quanto siamo diversi dalle generazioni dei nostri genitori o dei nostri nonni? Questi e altri temi animeranno i dibattiti culturali all’Auditorium dell’Ara Pacis. Con Antonio Gnoli, discuteranno il filosofo Umberto Galimberti (giovedì 7 giugno, ore 18), l’astronauta Umberto Guidoni e lo scrittore Tommaso Pincio (venerdì 8 giugno, ore 18) e il matematico Piergiorgio Odifreddi (sabato 9 giugno, ore 18).

Appuntamento da non perdere gli interventi di Richard Stallman, l’informatico statunitense pioniere del concetto di software libero, e di Bruce Perens, portavoce del movimento Open Source. L’incontro si terrà a Piazza Augusto Imperatore la sera di venerdì 8 giugno.

Per i fanatici, gli appassionati, i navigatori esperti, ma anche per i semplici curiosi, il Festival approda nell’universo di Second Life: un gruppo di dipendenti di LAit accoglierà i visitatori sull’isola 3D da poco realizzata dall’azienda, con l’obiettivo di creare la prima intranet di un’azienda italiana su Second Life e farvi accedere in futuro tutti i dipendenti.
Nel corso della serata di sabato 9 giugno, l’evento virtuale si sposterà in piazza con una straordinaria performance dell’attore Neri Marcorè alle prese con il mondo di Second Life (Come Alice nello specchio: un gioco tra reale e virtuale, via di Ripetta ore 22.00).
“Come società pubblica dobbiamo garantire alla Regione Lazio la sperimentazione di tutte le tecnologie più innovative, anche e sopratutto nell’ottica di un rapporto più trasparente possibile con cittadini e contribuenti. Lavorare anche su Second Life potrà essere uno degli strumenti con cui aprire le porte della nostra azienda alla cittadinanza, per essere davvero la casa di vetro che vogliamo essere, oltre che per sperimentare sul campo gli strumenti più innovativi e acquisire competenze utili a tutta l’amministrazione” – afferma il Direttore Generale di LAit spa, Alessandra Poggiani.

E in un contesto come questo, non poteva mancare il cinema. Nelle tre sale messe a disposizione dal Metropolitan, si svolgerà la rassegna cinematografica Fuori dall’orbita curata da Enrico Ghezzi, dedicata ai pionieri dell’innovazione, a uomini e macchine, a videogiochi, rete, realtà virtuali e a tecnologia e potere (da giovedì 7 a domenica 10 giugno, orario continuato dalle 22 di giovedì alle 24 di domenica su una sala, 15-24 le altre due). Ghezzi aprirà la rassegna giovedì 7 alle ore 22. Tra i film classici della fantascienza come Metropolis di Fritz Lang, 2001 Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, Solaris di Andrei Tarkovskij, ma anche rarità e film mai visti su grandi schermi italiani, che però hanno ricevuto ampi consensi in ambito internazionale, come Moebius degli studenti della scuola di cinema di Buenos Aires o escursioni nella fantascienza di grandi maestri del cinema mondiale, come Agente Lemmy Caution: Missione Alphaville di Jean Luc Godard e Il mondo sul filo di Reiner Wender Fassbinder.
Cinema, ma anche musica. Nel parcheggio di Piazza Augusto Imperatore, si ballerà nelle serate DJ set, al ritmo della musica elettronica di Francesco Zappalà e Alexander Robotnik (venerdì 8, ore 22,00) o trasportati dalle suggestioni delle sonorità tecnologiche tra Roma, Vienna e Berlino proposte da Cristopher Just e Savas Pascalidis (sabato 9, ore 22.00)

Questo sarà anche il Festival dei bambini e dei cittadini. Un’occasione per avvicinare i più piccoli e le scuole al mondo dell’informatica, attraverso campus allestiti nel Giardino dell’Innovazione in via di Ripetta. E nella stessa area, grazie alla connessione wireless, sarà possibile connettersi e navigare gratuitamente in Internet per tutti i giorni dell’evento (Campus Wi-Fi).

All’inaugurazione del Festival dell’Innovazione parteciperanno il ministro per le Riforme e Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, Luigi Nicolais, il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo e il sindaco di Roma, Walter Veltroni. Verrà anche presentato il programma iLazio 2010 nell’ambito delle linee tracciate dal piano per l’innovazione europea i2010.