otebacRoma, Biblioteca Nazionale Centrale – organizzato dall’ICCU, in collaborazione con Ariadne, AthenaPlus, Biblioteca nazionale Centrale di Roma, Michael Culture Association, Wikimedia Italia

4 marzo 2015 – Eventi ICCU

Il principale obiettivo del seminario, che si svolgerà presso la Sala Conferenze della Biblioteca nazionale centrale di Roma, è quello di fornire degli elementi di riflessione sull’opportunità di adozione delle licenze aperte e dei principi dei dati aperti nel settore dei beni culturali. Verranno presentati i principali progetti che promuovono l’accesso aperto ai contenuti di musei, biblioteche e archivi, come CulturaItalia ed Europeana, fornendo un quadro generale del dibattito europeo e delle opportunità offerte.

Gli interventi presenteranno le strategie, la sostenibilità e le migliori pratiche ed esempi di attuazione del accesso libero per la condivisione le diffusione e la promozione del patrimonio culturale. Nel pomeriggio è prevista una sessione operativa per fornire indicazioni tecniche per realizzare linked open data, attraverso un linguaggio chiaro e comprensibile.

Ingresso libero, prenotazione obbligatoria

9.00-9.30 Registrazione
9.30-9.40 Saluto introduttivo
Andrea DE PASQUALE, Direttore della Biblioteca nazionale centrale di Roma
  
SESSIONE 1 LA VISIONE EUROPEA E NAZIONALE
9.40-10.00 Progetti e opportunità nazionali ed europee
Rossella CAFFO, Direttore dell’Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche (ICCU) – MiBACT
10.00-10.20 L’apertura dei dati dei Luoghi della cultura
Annarita ORSINI, Direzione generale Organizzazione
10.20-10.40 Open by default e licenze libere per il patrimonio culturale digitale
Simone ALIPRANDI, responsabile del Progetto Copyleft-italia.it
10.40-11.00 Aprire i dati del patrimonio culturale: benefici e opportunità
Arturo DI CORINTO, giornalista
11.00-11.20 Pausa Caffè
  
SESSIONE 2 LE BUONE PRATICHE
11.20-11.35 ARIADNE la rete europea per l’apertura dei dati archeologici
Franco NICCOLUCCI, PIN-Polo universitario Città di Prato. Coordinatore del progetto ARIADNE
11.35-11.50 Il caso di SITAR – Sistema Informativo Territoriale Archeologico di Roma
Mirella SERLORENZI, Soprintendenza Speciale per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Archeologia di Roma
11.50-12.05 Il riuso dei dati geografici: il progetto OpenStreetMap
Maurizio NAPOLITANO, Fondazione Bruno Kessler (Centro di Ricerca della Provincia Autonoma di Trento – Italia)
12.05-12.20 CulturaItalia ed Europeana
Sara DI GIORGIO, ICCU, Responsabile tecnico Culturaitalia
12.20-12.35 Internet Culturale: una nuova funzione per il riuso dei dati
Laura CIANCIO, ICCU, Responsabile tecnico Internet Culturale
12.35-12.50 L’apertura dei dati dell’Anagrafe delle biblioteche e dell’OPAC SBN
Andrea GIULIANO e Cristina MATALONI, ICCU Responsabile Anagrafe biblioteche italiane e tecnico del gruppo di lavoro per l’apertura dei dati di OPAC SBN
12.50-13.05 I dati del Sistema Nazionale degli Archivi
Marina GIANNETTO, Direttore dell’Istituto Centrale per gli archivi
13.05-13.20 I dati del SIGEC Web
Laura MORO, Direttore Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione
13.20-14.30 Pausa pranzo
14.30-14.45 Esempi di uso creativo dei contenuti digitali in Athena Plus e altre iniziative
Marzia PICCININNO, ICCU, Athena Plus project
14.45-15.05 British Museum e GLAM-Wiki: come tutto ebbecinizio
Liam WYATT, Wikipediano, coordinatore Europeana GLAM-Wiki
15.05-15.20 I progetti di Wikimedia Italia con i GLAM
Luca MARTINELLI, Segretario Associazione Wikimedia Italia
  
SESSIONE 3
COME TRASFORMARE I DATI IN LINKED DATA
15.20-17.30 Standard e procedimenti tecnici
Carlo MEGHINI, Istituto di Scienza e Tecnologie dell’Informazione [ISTI]
Consiglio Nazionale delle Ricerche [CNR]