OPEN FORUM: Nei libri e/o nella rete, come si alimenta la creatività
tra pagine elettroniche e di carta.
venerdi 8 dicembre ore 15.30 – 18.00 – Palazzo dei Congressi, Sala Dante
Organizzato dall’AIE e dal Consorzio BAICR Sistema Cultura
Con il contributo di Istituto per il Libro, Regione Lazio, Provincia di Roma

Dalla civiltà del libro alla società della rete, le opinioni a confronto di ragazzi e giovani adulti, in un dibattito animato da spunti e visioni diverse.

… e il dibattito continua sul blog

Le 10 regole del gioco

1. Si tratta di un forum, ossia di un lavoro collegiale dove tutti sono invitati a contribuire al dibattito.

2. I temi in discussione sono:
• dove nascono le idee tra libri e internet;
• come si sviluppano le idee nel mondo editoriale e nella rete;
• dove nascono le storie tra blog, editoria, critica e nuovi scrittori;
• di chi sono le idee: internet, editoria e diritto di autore.

3. Il forum è moderato da un conduttore, il critico letterario Andrea Monda.

4. Cinque esperti introducono le linee del dibattito con interventi di 10-15 minuti. Sono:
Arturo Di Corinto, docente di psicologia cognitiva
– Giuseppe Granieri, esperto di cultura digitale
– Giulio Mozzi, scrittore e consulente editoriale
– Mariacarmela Leto, direttore editoriale di Giulio Perrone Editore
– Vincenzo Vita, esperto di comunicazione di massa, assessore alla cultura della Provincia di Roma

5. La platea sarà divisa in due schieramenti (innovatori della rete>conservatori del libro) a scopo puramente “ludico”.

6. Per intervenire dalla platea:
 ci si può iscrivere a parlare già al momento della registrazione al forum;
 durante la discussione, è sufficiente alzare la mano per chiedere la parola a uno dei due portavoce: sono Luca Reitano (per la rete) e Federico Vergari (per i libri).

7. Ciascun intervento dalla platea (domanda, osservazione, argomentazione di una tesi) non può superare i 3-5 minuti.

8. Il conduttore può togliere la parola se si supera il tempo stabilito.

9. I partecipanti sono pregati di parlare uno alla volta, evitando di sovrapporsi.

10. Si prega di spegnere o di abbassare la suoneria del telefono cellulare.

Perché il forum – Abbiamo voluto offrire a ragazzi e giovani un’occasione di confronto su un tema centrale della riflessione attuale, quello della creatività e della capacità di innovazione nel mondo della cultura e dell’editoria.

Da qui l’idea di scegliere un approccio “leggero”, coerente con il contesto di Più libri, con la platea coinvolta e – non ultimo – con la missione del nostro Consorzio. Non una tavola rotonda, dunque, o un convegno tradizionale, in cui pochi relatori parlano e il pubblico ascolta più o meno attentamente, ma un forum aperto alla partecipazione di giovani portatori di progetti, esperienze e aspettative.

Quello che vorremmo ottenere è un confronto che aiuti la platea a chiarire le modalità, gli strumenti e le sedi con cui attualmente si creano, si consolidano e si manifestano pubblicamente le nuove idee e le tendenze originali in campo culturale/editoriale.

Le “regole del gioco” – Per una buona riuscita dell’iniziativa, è stato necessario predisporre una regia, sia pur minima, allo scopo di evitare al dibattito un andamento confuso e confusivo.

Dopo una breve introduzione del conduttore Andrea Monda, gli interventi (10-15min) dovranno mettere a fuoco – sulla base della vostra particolare visione ed esperienza – i vari aspetti del tema per la platea, divisa in due schieramenti (innovatori>conservatori) a scopo puramente “ludico”.

A tutti i partecipanti verrà consegnato all’ingresso un regolamento del forum (in allegato): per quanti lo vorranno, sarà possibile iscriversi, per un intervento al dibattito dalla platea, già al momento della registrazione.

La platea – Abbiamo puntato sulla presenza di ragazzi e giovani coinvolti – anche dalle scuole e dalle biblioteche – in esperienze e progetti relativi alla produzione e alla circolazione della cultura su carta e/o sul web (giornali scolastici, laboratori di scrittura creativa, circoli di lettura, siti internet, weblog, prodotti multimediali, ecc.). Tra gli altri, hanno confermato la propria presenza ed hanno già programmato un intervento:

§ rappresentanze dei circoli di lettura delle Biblioteche di Roma (Corviale, Centrale Ragazzi, Rispoli);

§ la scuola di giornalismo della Fondazione Basso;

§ Christian Raimo per il laboratorio di scrittura di MINIMUM FAX;

§ la rivista culturale della Normale di Pisa Il Contesto;

§ Fefè Editore e alcuni autori – tra i 74 giovanissimi del progetto Scrittura Collettiva® – del “Codice di Re Anguilla”;

§ la redazione del giornale scolastico del Liceo Virgilio;

§ Guido Ostanel per il blog Pinocchio a Nord Est;

§ Mario Pireddu per Nim.libri;

§ l’Associazione BombaCarta.