— La FSFE festeggia il 25° compleanno del Progetto GNU!

Oggi è il venticinquesimo anniversario dell’annuncio iniziale del
progetto GNU, un’iniziativa pionieristica tesa a sviluppare un sistema
operativo che dia a tutti gli utenti la libertà di modificarlo e di
pubblicarne versioni modificate, individualmente o in collaborazione. La
Free Software Foundation Europe (FSFE) loda i notevoli risultati
raggiunti nel primo quarto di secolo di GNU ed è impaziente di
promuovere il loro comune obiettivo di rendere possibili le libertà del
software.

27 Settembre 2008 — Esattamente 25 anni fa, Richard M. Stallman lanciò
il progetto GNU con l’obiettivo di creare un intero sistema operativo
che chiunque fosse libero di usare, studiare, condividere e migliorare.
Queste libertà garantiscono a tutti gli utenti l’indipendenza e la
flessibilità di usare i propri computer per qualsiasi scopo, senza le
artificiali restrizioni che il software proprietario impone, come la
dipendenza da un distributore, i formati di file proprietari e il
Digital Restrictions Management (DRM). A partire dalle sue modeste
origini nel laboratorio di Intelligenza Artificiale del MIT, GNU è
cresciuto fino a diventare uno dei sistemi operativi più famosi al mondo
e ha favorito lo sviluppo di migliaia di altre applicazioni di Software
Libero.

La Free Software Foundation (organizzazione sorella di FSFE situata a
Boston, MA) fu fondata nel 1985 per promuovere l’idea centrale che sta
alla base del progetto GNU di Stallman: che la libertà di esaminare,
modificare, copiare, e condividere il software è essenziale per una
società giusta e libera. Gran parte del lavoro fu fatto tra il 1983 e il
1991, e questo ha posto le fondamenta per molti progetti di terze parti
che in seguito hanno anch’esse portato queste libertà agli utenti di
computer. Il sistema operativo fu completato nel 1992 grazie allo
sviluppo da parte di terzi di un componente centrale chiamato “Linux”.
Il successo del sistema operativo GNU/Linux incoraggiò lo sviluppo di
molti altri progetti di Software Libero come Firefox, KDE e
OpenOffice.org. Oggi, ci sono centinaia di distribuzioni GNU/Linux nel
mondo, che alimentano milioni di computer, dai web server e gli
elettrodomestici da cucina ai telefoni cellulari e i computer portatili.

“I contributi del progetto GNU al mondo dell’informatica sono difficili
da sopravvalutare”, afferma Georg C. F. Greve, Presidente della Free
Software Foundation Europe (FSFE). “Per la prima volta nasceva una
consapevolezza del Software Libero, e il concetto di Copyleft ha
rivoluzionato il modo in cui la libertà viene diffusa e protetta. Queste
due conquiste intellettuali hanno posto le fondamenta per l’immenso
successo di GNU/Linux, che nel frattempo si è affermato come il primo
concorrente dei sistemi operativi proprietari in tutta la gamma
dell’informatica, dalla ricerca scientifica su larga scala agli
accessibili computer portatili per i consumatori. In questo modo GNU è
stato alla base del raggiungimento del controllo da parte degli utenti
sul proprio ambiente informatico e sui propri dati.”

La FSFE è stata fondata nel 2001 per promuovere gli obiettivi politici e
sociali che costituiscono pure la base del Progetto GNU, e per sostenere
la fiorente comunità europea del Software Libero. “La FSFE lavora a
stretto contatto con i suoi partner in tutta Europa e oltre per
assicurare che lo spirito dell’annuncio originale di Stallman sia
sostenuto dalla pratica, e lavora per promuovere la consapevolezza del
messaggio del Software Libero”, spiega Shane Coughlan, coordinatore
della Freedom Task Force di FSFE.

Sempre più paesi stanno passando al Software Libero per l’uso nel
settore pubblico e nell’educazione. Mentre molte imprese da tempo usano
e contribuiscono al Software Libero per ottenere vantaggi di mercato e
risparmiare sui costi, i governi stanno sempre più comprendendo i
benefici del Software Libero in termini di sovranità, trasparenza e
autodeterminazione. Proprio per la sua naturale inclinazione alla
condivisione, alla collaborazione e alla sostenibilità, il Software
Libero assicura a tutti gli utenti la capacità di determinare e
modellare il proprio futuro informatico.
Che cos’è la Free Software Foundation Europe

Free Software Foundation Europe (FSFE) è un’organizzazione non
governativa e senza fini di lucro attiva in molti paesi Europei e
impegnata in attività a livello globale. L’accesso al software determina
chi può far parte di una società digitale. Al fine di assicurare equa
partecipazione nell’era dell’informazione, così come la libera
concorrenza, Free Software Foundation Europe (FSFE) si dedica e persegue
la diffusione del Software Libero, definito dalle libertà di usare,
studiare, modificare e copiare. Portare all’attenzione del pubblico
questi temi, dare solide basi politiche e legali al Software Libero e
assicurare libertà alle persone supportando lo sviluppo di Software
Libero, sono temi centrali per la FSFE fin dalla sua fondazione nel
2001.

http://fsfeurope.org/

Note per la stampa

* Il Progetto GNU cerca di favorire e di difendere le quattro
‘libertà fondamentali’ del software: eseguire il software “per qualsiasi
scopo”, studiare e adattare il software in base ai bisogni individuali,
distribuire copie del software, e migliorare il software, condividendo i
benefici con gli altri.
* Il Progetto GNU ha introdotto il concetto delle licenze
‘copyleft’, che preservano le libertà fondamentali del software usando
il copyright per far sì che la condivisione di software derivato sia
rilasciato sotto la stessa licenza del software originale.

Contatti

* Belgio: +32 2 747 03 57
* Germania: +49 700 373 38 76 73
* Svezia: +46 31 7802160
* Svizzera: +41 43 500 03 66
* Regno Unito: +44 29 200 08 17 7