Il Manifesto: Legge Cybersecurity, non esiste il rischio zero

Hacker’s dictionary. Nelle audizioni alla Camera per esaminare il nuovo decreto legge sul Perimetro di difesa cibernetica nazionale cauto ottimismo sulle norme e preoccupazione per i bassi stipendi dei cyberdefender

di ARTURO DI CORINTO per Il Manifesto del 10 Ottobre 2019

Prima gli attacchi informatici ai computer degli smart building, con l’Italia quarto paese più colpito al mondo, poi gli attacchi coi trojan bancari Emotet e Ursnif, dopo ancora la campagna di malspam sotto forma di finte fatture Iva segnalata dal CertPa, infine le vulnerabilità dei database del Pd e di Giorgia Meloni scoperti dagli Anonymous. E ancora l’epidemia di WannaCry, con l’Italia leader per gli attacchi rilevati del pericoloso malware, infine le falle del sistema operativo Android e quelle di WhatsApp che mettono a rischio miliardi di utenti. Paura? Continua »