Un libro di Arturo Di Corinto e Tommaso Tozzi
Manifestolibri, 2002 pp.160 16,50 €

Il libro parla dell’uso di Internet da parte dei movimenti, di attivismo digitale, campagne di informazione, proteste online,… C’e’ anche la storia del movimento hacker italiano, dalle bbs agli hacklabs. Nel libro le istruzioni per le nuove forme di mobilitazione digitale…

Dalla quarta di copertina:

“Hacktivism e’ un’espressione che deriva dall’unione di due parole: Hacking e Activism. L’Hacking e’ un modo creativo, irriverente e giocoso, di accostarsi a quelle straordinarie macchine con cui trattiamo il sapere e l’informazione, i computer, e da sempre indica un modo etico e cooperativo di rapportarsi alla conoscenza in tutte le sue forme.
Activism, indica le forme dell’azione diretta proprie di chi vuole migliorare il mondo senza delegare a nessuno la responsabilita’ del proprio futuro.
Hacktivisti sono gli hacker del software e gli ecologisti col computer, sono artisti e attivisti digitali, ricercatori, accademici e militanti politici, guastatori mediatici e pacifisti telematici. Per gli hacktivisti i computer e le reti sono strumenti di cambiamento
sociale e terreno di conflitto. Hacktivism e’ l’azione diretta sulla rete. Hacktivism e’ il modo in cui gli attivisti del computer costruiscono i mondi dove vogliono vivere. Liberi.”

Autori:

Arturo Di Corinto, Lanciano, 1967. Psicologo cognitivo, esperto di new media. Ricercatore presso l’Universita’ di Stanford, California (1997-1998), e’ autore di numerosi saggi sul rapporto fra innovazione tecnologica e comportamenti sociali. Membro fondatore di Avvisi Ai Naviganti BBS, Isole nella Rete e Cittadigitali. Giornalista, scrive per Il Manifesto e La Repubblica.

Tommaso Tozzi, Firenze, 1960. Presidente dell’Ass. Cult. Strano Network. Docente all’Accademia di Belle Arti di Carrara e all’Università degli Studi di Firenze. Autore di Hacker Art BBS (1990) e ideatore del primo netstrike mondiale(1995). Membro fondatore del newsgroup Cyberpunk (1991) e della rete Cybernet (1993).

Licenza: Il testo “Hacktivism. La libertà nelle maglie della rete” di Arturo Di Corinto e Tommaso Tozzi e’ soggetto alla GNU Free Documentation License

Copyright (c) 2002 A. Di Corinto, T.Tozzi

Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of the GNU Free Documentation License, Version 1.1
or any later version published by the Free Software Foundation; with no Invariant Sections, with no Front-Cover Texts, and with no Back-Cover Texts. A copy of the license is readable in http://www.gnu.org/copyleft/fdl.html