La società aperta e i suoi amici
sviluppo collaborativo, software libero, democrazia digitale
mercoledì 14 luglio 2004
Roma – Campidoglio – Sala della Protomoteca

Dopo il primo bando nazionale di e-democracy ha ripreso respiro la discussione sul rapporto fra innovazione tecnologica e partecipazione democratica. Costruire la società dell’informazione vuol dire anche ripensare al modo di considerare la conoscenza, ponendo il problema del libero accesso al sapere.

La storia dello sviluppo collaborativo, aperto e senza fini di lucro del sistema operativo GNU/Linux costituisce un paradigma che spinge a riconsiderare molti concetti ritenuti ormai indiscutibili: la competizione e la segretezza come fattore di successo nell’innovazione tecnologica, il profitto come unico parametro di valutazione del successo individuale o di impresa.
Con una giornata di confronto aperto e problematico, il Comune di Roma vuole dare il suo contributo alla riflessione in corso su questi temi e sul ruolo che le amministrazioni locali possono assumere nel loro contesto territoriale.

Prima Sessione 9.30 – 13.30
Il punto di vista delle istituzioni, della ricerca e delle aziende

Saluto dell’assessore alle Politiche per la comunicazione, la semplificazione e le pari opportunità, Comune di Roma, Mariella GRAMAGLIA

Saluto del ministro dell’Innovazione tecnologica Lucio STANCA

Interventi:

Angelo Raffaele Meo (Politecnico di Torino)
Modelli di sviluppo collaborativo nel mondo della ricerca
Alfonso Fuggetta (Politecnico Milano)
Nuovi modelli di business per l’ICT?

Ne discutono:

Umberto Paolucci, presidente Microsoft Italia
Andrea Pontremoli, presidente IBM Italia
Roberto Galoppini, presidente Consorzio Aziende Open Source CIRS

Pietro Folena, deputato DS
Fiorello Cortina, senatore Verdi
Antonio Calmieri, deputato FI

Chairperson: Mariella Gramaglia, assessore alle Politiche per la comunicazione, la semplificazione e le pari opportunità, Comune di Roma

Seconda Sessione 15.00 – 18.00
Le amministrazioni locali di Roma e del Lazio ascoltano e discutono le esperienze
e le proposte delle associazioni, delle comunità, dei gruppi, dei club,
del popolo della rete

Interventi:

Mariella Gramaglia
assessore alle Politiche per la comunicazione, la semplificazione
e le pari opportunità, Comune di Roma

Vincenzo Vita
assessore alle Politiche culturali, della comunicazione e dei sistemi informativi,
Provincia di Roma

Bruno Prestagiovanni
assessore al Personale, demanio, patrimonio e informatica, Regione Lazio

I gruppi, le associazioni e il popolo della rete, fra cui:

Il secolo della rete, Quinto Stato, Unarete, Free Software Foundation Europe, Hipatia, Cvreative Commons Italia, Linux User Group Roma, Linux Club, Prodigi, ASSOLI, D.e.p.P. Prhomowelfare, Associazione PAZ, Consorzio Gioventù Digitale

Chairperson: sen. Fiorello Cortiana, presidente dell’Intergruppo parlamentare per l’innovazione tecnologica

Informazioni:
segreteria: tel 06.6710.3977; 2077
www.comune.roma.it