Progetti ed eventi sui dati geografici Pubblici: OpenStreetMap e GFOSS.it

Due mesi caldi caldi per OpenStreetMap e GFOSS.it

…saranno proprio così i prossimi due mesi per la comunità italiana di OpenStreetMap, ormai una realtà consolidata e supportata dall’Associazione italiana per l’informazione geografica libera, GFOSS.it. Continua a leggere Progetti ed eventi sui dati geografici Pubblici: OpenStreetMap e GFOSS.it

OpenMind Seminari e Incontri su Software Libero e Informatica Consapevole

Call for paper

OpenMind Seminari e Incontri su Software Libero e Informatica Consapevole

8 9 10 Maggio 2008

Villa Bruno San Giorgio a Cremano Napoli

Continua a leggere OpenMind Seminari e Incontri su Software Libero e Informatica Consapevole

Cultura, precariato e operatori della comunicazione

Cultura, precariato e operatori della comunicazione

Intervento alle Officine marconi con Fausto Bertinotti

2 aprile 2008

Arturo Di Corinto

Le nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione hanno modificato profondamente il modo di produrre ricchezza da parte dell’industria a tecnologia avanzata, hanno consentito una maggiore automazione dei comparti produttivi tradizionali e la dematerializzazione di prodotti di consumo, prevalentemente ludici, scientifici e culturali, ma soprattutto hanno modificato il mondo dei media e della comunicazione e il ruolo loro attribuito nella società.

Nella società digitale si è ampliato a dismisura il ruolo dei media e della comunicazione e lì dove c’è comunicazione, produzione di sapere e di discorso, lì c’è il potere. Un potere nomadico, che non risiede in strutture stabili e definite e che non è un semplice fatto, una struttura che si conserva e che viene annientata, ma un sistema di relazioni che decide di volta in volta chi ha potere di parola e chi no, determinando l’agenda setting – ciò di cui si parla e che richiede il formarsi di un’opinione – dando un ruolo cruciale agli stregoni della notizia – gli spin doctors – e che determina nuove forme di esclusione. Oggi la mancanza di accesso al sapere e alla comunicazione equivale sempre di più all’esclusione dal lavoro e dai diritti. Continua a leggere Cultura, precariato e operatori della comunicazione

YES, WE CAN: Copyleft, Open Source e creatività alla Sapienza

YES, WE CAN

La Facoltà di Scienze della Comunicazione della Sapienza di Roma, organizza per il giorno 18 marzo alle ore 10:00, un incontro sul tema della creatività nell’era di Internet che affronterà le tematiche del software libero e delle licenze libere per i contenuti creativi.

Durante l’incontro verrà presentato il film* “La Repubblica del Software”, Free, Open Source Software nella Pubblica Amministrazione italiana con interviste a Richard Stallman, Bruce Perens, Renzo Davoli, Salvatore Tucci, Wikimedia, Pietro Folena, Vincenzo Vita, Flavia Marzano, Hacklab Cosenza, Erica Litrenta, Vittorio Pagani.

Verranno inoltre presentate le iniziative:

Co.Pi.Da., l’osservatorio della Facoltà di Sc. della Comunicazione sul diritto d’autore e le nuove tecnologie

Liberius, lo sportello legale gratuito della Facoltà di Sc. della Comunicazione di assistenza alla creatività digitale < http://liberius.org>

L’evento, in collaborazione con la Free Hardware Foundation, il Linux User Group della Sapienza, il Comitato per la promozione dell’Open source della Provincia di Roma e Onscreen Television, sarà l’occasione per conoscere la storia e l’evoluzione del free, open source software, e delle licenze alternative al copyright tradizionale, le Creative Commons che hanno rivoluzionato la comunicazione digitale nell’era del Web 2.0.

Per l’occasione i docenti Arturo Di Corinto e Marco Scialdone terranno la lezione “Software libero, Licenze libere, Cultura Libera” che terminerà con una sessione di domande e risposte da parte del pubblico.

L’evento, gratuito e aperto al pubblico, avrà luogo il 18 marzo dalle 10:00 alle 14:00 presso il Centro congressi d’Ateneo della Sapienza a via Salaria 113, Roma.

Il luogo è raggiungibile dalla Stazione Termini con le linee 86 e 92.

Nota: Negli spazi della conferenza sarà allestito un punto di distribuzione di materiali informativi della Provincia di Roma con distribuzione di penne USB con software libero precaricato sull’esempio dell’amministrazione parigina dell’Ile de France.

Riferimenti: www.dicorinto.it

Coordinamento e informazioni: Paola Filiani p.filiani@fastwebnet.it

*Il film sarà distribuito con licenza Creative Commons 2.5, codice regionale “0” e DECSS

Lo sportello Liberius alla Sapienza

Lo sportello Liberius alla Sapienza nasce per offrire agli studenti e ai docenti della Facoltà di Scienze delle Comunicazione un servizio gratuito di assistenza e consulenza legale in materia di diritto d’autore, così da consentire una più agevole implementazione di progetti che contribuiscano all’incremento del patrimonio di conoscenza liberamente condivisa.Lo sportello Liberius mira ad eliminare gli ostacoli, di natura eminentemente legale, che rischiano di frenare la creatività e la produzione culturale. http://liberius.org

CO.PI.DA. (Centro di Osservazione sulla Produzione Immateriale e il Diritto d’Autore)

Il Gruppo di Ricerca CO.PI.DA. ha come obiettivo quello di sostenere la ricerca interdisciplinare sul diritto d’autore e la sua odierna configurazione legislativa per studiarne gli effetti sulla popolazione giovanile e studentesca in particolare attraverso il monitoraggio su gruppi e/o artisti musicali emergenti per valutare quali siano le forme di remunerazione derivanti dall’utilizzo delle licenze libere; 2) avvaire lo studio di ipotesi di soluzione volte a riservare i compensi dei diritti di copia privata derivanti dalla riproduzione su supporti vergini di opere rilasciate con licenze libere ad incentivazioni per il settore artistico di riferimento.

DIGITAL RIGHTS MANAGEMENT

 

 

 

 

La Fondazione Ugo Bordoni
La invita all’incontro con
LEONARDO CHIARIGLIONE
CEDEO.net

 

 

sul tema

 

DIGITAL RIGHTS MANAGEMENT

 

 

Mercoledì 30 gennaio 2008

 

ore 10,30

 

 

presso il

 

 

Centro Congressi Palazzo Rospigliosi

 

Sala delle Statue

 

Via XXIV Maggio, 43 – Roma

 

 

 

Continua a leggere DIGITAL RIGHTS MANAGEMENT

Incontro: WWW.POPOLOBUE.TV alla Sapienza

________________________________________________________________
DOMANI, Mercoledì 16 Gennaio 2008
ore 15:00 – 17:00
Facoltà di Scienze della Comunicazione.
Università di Roma la Sapienza – SALA WOLF –
Via salaria 113. ROMA

______________________________________________________________

logo_popolobue.tv

WWW.POPOLOBUE.TV E IL
GUERRILLA VIDEO PACKS PROJECT:
UNA WEB TV DI SATIRA POLITICA GESTITA DEMOCRATICAMENTE DAI SUOI SPETTATORI E FONDATA SULLA TOTALE CONDIVISIONE DI CONTENUTI E DEL SOFTWARE

(TROVI ALLEGATO IN PDF IL PIANO DELL’INIZIATIVA AGGIORNATO)

LA SFIDA – IL PIANO – AGGIORNAMENTI

PARTNERSHIPS

E’ possibile trasformare Popolobue.tv, un’emergente web tv, in un modello di “audience-controlled media”, ovvero direttamente e democraticamente controllato dai propri spettatori !?

Siamo pronti per passare dal citizen-journalist al citizen-publisher !? ovvero da cittadino/giornalista o cittadino/redattore, a cittadino/co-editore?!

ARCI: Gli strati della cultura a Ravenna – 11/13 ottobre

logo arcimanifesto strati della cultura

Nuove tecnologie, accesso alla cultura, diritto d’autore
Venerdì 12 ottobre, ore 15,00 – 19.30 – Teatro Socjale – via Piangipane, 153 – 48020 Piangipane (Ra)

Mai come ora la tecnologia e le nuove frontiere aperte dal web e dalla condivisione dei saperi, possono diventare elementi di profonda innovazione dei processi di formazione e diffusione della cultura. Lo stesso diritto d’autore e la sua tutela sono ormai al centro di un cambiamento epocale che rende l’opera creativa patrimonio collettivo. Mentre la tutela del diritto può essere modulata, parziale, libera. I Creative Commons si diffondono velocemente e interrogano gli strumenti tradizionali di tutela del diritto d’autore. L’accesso alla cultura e la condivisione dei saperi diventano centrali per un sistema culturale aperto, creativo, innovativo, attento alle diversità culturali. L’Arci chiama a raccolta le diverse voci di questo nuovo “movimento creativo”.

Intro sonoro gruppo Comaneci di Ravenna

Introduce e coordina
Francesco Camuffo (coordinamento cultura Arci)

Interventi previsti
Philippe Aigrain (scrittore),
Gilberto Gil* (Ministro della Cultura del Brasile),
Rafael Pereira Oliveira (Dip.to Diritti Autorali del CGDA – Ministero della Cultura del Brasile)
Cristiana Sappa (Creative Commons Italia),
Massimo Rossi (Presidente Provincia Ascoli Piceno/Rete Nuovo Municipio),
Luciana Castellina (giornalista),
Fabio Natali e Massimo Canevacci (Antropologi) feat. Rhuena Bracci (danzatrice),
Lucilla Galeazzi (ricercatrice e musicista)
Arturo Di Corinto (Univ. La Sapienza – Free Hardware Foundation)
Marcello Baraghini e Lele Rozza (Stampa Alternativa)

(*) intervista video

– Presentazione accordo di collaborazione tra Arci e Stampa Alternativa
– Presentazione di giovani autori di Stampa Alternativa che rilasciano opere con Creative Commons.

(**) in attesa di conferma

Programma Gli strati della cultura

Dall’11 settembre in libreria il mensile PeaceReporter

Peace Reporter a Milano
PeaceReporter, nato nel 2003 come quotidiano su internet e agenzia di servizi editoriali, ha deciso di affrontare la sfida della carta stampata.
Il nuovo mensile segue le orme del giornale online, portandone avanti la filosofia informativa e la linea editoriale: offrire un’informazione libera e indipendente su tutte le guerre e su tutte le situazioni di violazione dei diritti umani, raccontando verità censurate e realtà ignorate. Nella convinzione che far conoscere gli orrori delle guerre, e non solo, sia il primo passo per diffondere una cultura di pace e di rispetto dei diritti dell’uomo.
Tutto questo, visto da un’angolazione diversa da quella dei media classici, ovvero attraverso un’informazione “dal basso” e “dal volto umano”, che dà voce alle donne e agli uomini che vivono queste realtà sulla propria pelle, a chi normalmente non ce l’ha perché non viene mai interpellato.
Una scelta, quella di cimentarsi con la carta stampata, che va controcorrente visto che il settore è in crisi.
Una doppia sfida, dunque, che riteniamo necessaria perché mai come oggi, dalla seconda guerra mondiale, dalla stesura della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, dalla creazione delle Nazioni Unite per mettere al bando la guerra, mai come oggi il mondo è travagliato da conflitti terribili e da altrettanto terribili violazioni dei diritti più elementari.
Per questo crediamo sia urgente che il mondo venga raccontato con reportage e testimonianze dirette, con la voce e la penna di chi lo vive, e non più solo di chi ne parla o ne scrive. Per capirne le sue sofferenze, ma anche le tante cose belle e costruttive, le tante “buone notizie” che troppo spesso non si raccontano.

Hanno collaborato per i testi:
Claudio Agostoni, Blue & Joy, Giancarlo Caselli, Gabriele Del Grande, Silvia Del Pozzo, Arturo Di Corinto, Nicola Falcinella, Giorgio Gabbi, Nicola Gratteri, Paolo Lezziero, Sergio Lotti ,Maria Nadotti, Claudio Sabelli Fioretti, Gino Strada,
Hanno collaborato per le foto:
Stefano Barazzetta, Ugo Borga, Lucio Cavicchioni, Tano D’Amico, Ugo Lo Presti, Franco Zecchin

Peace Reporter a Roma il 19 settembre

L’Italia e l’Agenda di Lisbona, una politica per la conoscenza

logo_condividi

Venerdì 22 Giugno 2007, presso l’Aula Magna della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM, si apre Condividi la Conoscenza 3, terzo appuntamento dopo i precedenti del 2003 e del 2004.
L’obiettivo è quello di rilevare le problematicità e di proporre un insieme di indicazioni: organizzative, legislative, normative, tecniche… attorno al tema della conoscenza e della sue molteplici possibilità di condivisione nell’era del computer. Le solecitazioni, i nodi e le proposte che emergeranno saranno inviate/comunicate a tutto l’emiciclo politico/parlamentare e al Governo.
Continua a leggere L’Italia e l’Agenda di Lisbona, una politica per la conoscenza

Networked Politics

Networked Politics – Rethinking political organisation in an age of movements and networks
copertina
Hilary Wainwright, Oscar Reyes, Marco Berlinguer, Fiona Dove, Mayo Fuster I Morrell and Joan Subirats (eds)
15 May 2007

Abstract
Networked Politics is the product of a collaborative research process for rethinking political organisation in an age of movements and networks. In a world where the traditional institutions of democratic control have been weakened by an unconstrained global market and superpower military ambitions, it uncovers diverse forms of resistance with the potential to create new institutions for social change. The authors set out the principles upon which such transformations should be based, and the challenges that stand in the way of their realisation.

The discussion is then pursued along four interrelated lines of inquiry. These examine social movements, including their development of new forms of knowledge and organisation; progressive political parties, and attempts to bring about transformative forms of political respresentation; the dangers and opportunities facing the development of political institutions in a network society; and the potential of new techno-political tools for facilitating and reconceiving political organisation. A series of case studies are also offered, drawing critical lessons from the experience of the German Green Party; the 2006 French mobilisation against the controversial CPE employment law; and an extended discussion on ‘open source as a metaphor for new institutions’.

Download the reader_pdf as a single file (7650 Kb)
Continua a leggere Networked Politics

Presentazione di Revolution OS alla festa dell’Altreconomia

Binario Etico è felice di invitarvi alla presentazione del Film Documentario “Revolution OS II” presentato dall’autore Arturo Di Corinto, seguirà dibattito.

La proiezione si svolgerà Venerdi 22 alle 17.00 presso la Festa dell’Altra Economia, che si svolge dal 20 al 23 Dicembre all’Ex Mattatoio, entrata dal Museo Macro (ìPiazza Orazio Giustiniani, 4), sulla destra, allo stand dei seminari.

Il Film Documentario “Revolution OS II” (e il relativo libro) tratta di Software Libero, proprietà intellettuale, cultura e politica.
Continua a leggere Presentazione di Revolution OS alla festa dell’Altreconomia

Nei libri e/o nella rete, come si alimenta la creatività

OPEN FORUM: Nei libri e/o nella rete, come si alimenta la creatività
tra pagine elettroniche e di carta.
venerdi 8 dicembre ore 15.30 – 18.00 – Palazzo dei Congressi, Sala Dante
Organizzato dall’AIE e dal Consorzio BAICR Sistema Cultura
Con il contributo di Istituto per il Libro, Regione Lazio, Provincia di Roma

Dalla civiltà del libro alla società della rete, le opinioni a confronto di ragazzi e giovani adulti, in un dibattito animato da spunti e visioni diverse.

… e il dibattito continua sul blog
Continua a leggere Nei libri e/o nella rete, come si alimenta la creatività