La Repubblica: Il Congresso Usa vota per rinnovare la sorveglianza di massa denunciata da Snowden

la-repubblica-it-logo

Il Congresso Usa vota per rinnovare la sorveglianza di massa denunciata da Snowden

Con 256 favorevoli e 164 contrari, la Camera bassa vota il rinnovo della Section 702, la parte della legge antiterrorismo che consente la raccolta di email e telefonate di ogni abitante del pianeta da parte della Nsa

di ARTURO DI CORINTO per La Repubblica del 12 Gennaio 2018

NEANCHE il presidente americano Donald Trump è riuscito a fermarla, sia pure per sbaglio. Il Congresso americano ha approvato ieri la legge che rinnova ed estende la Sezione 702 della legge antiterrorismo FISA (Foreign Intelligence Surveillance ACT) che autorizza la raccolta di qualsiasi comunicazione elettronica attraverso il computer o il telefono, nei confronti di qualsiasi cittadino straniero fuori dagli Stati Uniti. Senza un mandato del giudice. La legge deve ancora passare al Senato ma gli analisti prevedono che non incontrerà opposizioni rilevanti e che sarà approvata anche in quella sede nella prossima settimana nonostante l’opposizione delle associazioni a difesa della privacy come Access Now, Electronic Privacy Foundation e un nutrito gruppo di avvocati e senatori di area sia democratica che repubblicana. Continua »

La Repubblica: Usa, la Nsa smetterà di controllare il contenuto delle email dei cittadini stranieri

la-repubblica-it-logo

Usa, la Nsa smetterà di controllare il contenuto delle email dei cittadini stranieri

In attesa di una ridefinizione della legge che lo permette l’Agenzia Nazionale per la Sicurezza degli Stati Uniti ha deciso di limitare la pesca a strascico dei dati, ma non di monitorare le comunicazioni fra soggetti pericolosi

di ARTURO DI CORINTO per La Repubblica del 3 Maggio 2017

LA NATIONAL National Security Agency (Nsa) americana ha dichiarato di voler abbandonare le attività di sorveglianza elettronica in grado di raccogliere e analizzare senza mandato le comunicazioni digitali di cittadini stranieri all’estero.

La decisione, che coinvolge anche i cittadini americani in patria o fuori, è giunta dopo anni dal clamore suscitato dal Nsa-Gate sollevato dalle dichiarazioni dell’ex consulente Cia Edward Snowden e dopo le pressioni dei gruppi a difesa della privacy che hanno sempre contestato la  sorveglianza indiscriminata e di massa operata dall’intelligence statunitense.
Continua »

Cybersecurity: La NSA adesso sorveglia gli utenti Linux e chi protegge la propria privacy online

cyber_securityLa NSA adesso sorveglia gli utenti Linux e chi protegge la propria privacy online

Grazie a una serie di leaks, la televisione tedesca ARD ha scoperto che gli americani tracciano e controllano chiunque cerchi “Linux”, “Tor”, “Tails”, “Privacy” e ne discuta in rete

Arturo Di Corinto 13 luglio 2016

Bollati come estremisti e poi sorvegliati da vicino. È soltanto grazie alle informazioni trapelate di nascosto che si è scoperto come la potente National Security Agency abbia deciso di tenere sotto stretta sorveglianza la comunità Linux e in particolare gli utilizzatori di Tor e di Tails.

Per farlo, l’agenzia spionistica con sede a Fort Meade nel Maryland (USA), avrebbe usato XKeyscore, un software per la Deep Packet Inspection. Decidendo poi di estendere il programma alla sorveglianza di tutti gli appasionati di privacy. Continua »

©2007-2009 Arturo Di Corinto| Progetto grafico di Lorenzo De Tomasi [Copia questo tema] | Powered by Wordpress