Il corpo elettronico in gioco. Intervista a Stefano Rodotà

La società della sorveglienza è resa possibile dalle tecnologie digitali e dalla diffusione di Internet. La privacy diventa così una risorsa e uno strumento di competizione economica. Per questo motivo, il controllo sui dati personali è al centro di un conflitto che vede come protagonisti le imprese, lo stato e i singoli. Un’intervista a Stefano Rodotà
ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 08 Aprile 2004
Continua a leggere Il corpo elettronico in gioco. Intervista a Stefano Rodotà

Decreto antipirateria. Esecutivo pronto ad eliminare sanzioni contro i privati

Internet. Dopo le pressioni dei Ds Urbani si dice pronto a cambiare la legge
[Arturo Di Corinto]
http://www.aprileonline.info/frame_articolo.asp?ID=223#

Con una lettera inviata al capogruppo dei Democratici di Sinistra – Giovanna Grignaffini – il presidente della Commissione Cultura, Ferdinando Adornato, ha annunciato la disponibilità del Ministro Urbani a cancellare le sanzioni previste contro i milioni di fruitori della rete che scaricano file da internet per uso esclusivamente personale.
Continua a leggere Decreto antipirateria. Esecutivo pronto ad eliminare sanzioni contro i privati

Cellulare ed email protetti dal nuovo codice della privacy

Il Garante dei dati personali Stefano Rodotà: ”La privacy è un diritto fondamentale della persona”
[Arturo Di Corinto]
http://www.aprileonline.info/frame_articolo.asp?ID=188#

Il 1 gennaio del 2004 è entrato in vigore il nuovo codice sulla privacy. Fortemente voluto dal collegio dell’Autorità Garante della privacy integra e armonizza le norme già esistenti ed introduce delle novità.
Continua a leggere Cellulare ed email protetti dal nuovo codice della privacy

MEDIA DIGITALI, RETI E CONTENUTI

“MEDIA DIGITALI, RETI E CONTENUTI”
La difficile definizione del mercato. Il necessario sviluppo tecnologico e sociale

SALA MARCONI CNR
PIAZZALE ALDO MORO,7 – ROMA

31 MARZO 2004 – Ore 10,00

Invito e programma del convegno

“L’alternativa a un mondo diviso fra gli haves e gli havenots dell’informazione digitale è quella di impedire l’estensione del copyright sui prodotti culturali e impedire la brevettazione delle idee incorporate nel software e nei metodi sanitari, formativi, agricoli; impedire che la scoperta di una sequenza genetica sia considerata un’invenzione e così trattata e commercializzata, riportando la ricerca nel suo dominio naturale: quello pubblico, ancora garanzia di qualità e di accesso per tutti: scienziati, curiosi, ricercatori” (ADC)
Leggi lo speech

Sapere Aperto e Libero nella Pubblica Amministrazione

Forum SALPA – Palazzo dei Congressi di Pisa – 22-23 marzo 2004

Per fare il punto sui temi politici e tecnici legati all’uso di fonti aperte, si terrà a Pisa il 22 e 23 marzo 2004 presso il Palazzo dei Congressi il Forum nazionale “SALPA – Sapere Aperto e Libero nella Pubblica Amministrazione”.

http://www.salpa.pisa.it
Continua a leggere Sapere Aperto e Libero nella Pubblica Amministrazione

Il ministro proibizionista

ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 14 Marzo 2004

La prima tappa è il cinema, poi toccherà alla musica. Un governo schierato con la proprietà intellettuale
Un film di troppo Il decreto del ministro della cultura Giuliano Urbani colpisce una pratica comune su Internet: il libero scambio di materiali digitali. Inoltre chiede alle società che gestiscono l’accesso alla rete di controllare i propri clienti
Continua a leggere Il ministro proibizionista

Scarti di produzione

Arturo Di Corinto
Carnet, Marzo 2004

“Lo spazio e’ fondamentale in ogni forma di vita in comune; lo spazio e’ fondamentale in ogni esercizio del potere.” Con queste parole di Michel Foucault (Space, Knowledge and power, 1984) si apre la homepage del sito di Sciattoproduzie, che in questo modo sintetizza la sua filosofia della costrudistruzione, cioe’ la creazione di “opere” che modificano gli spazi urbani e che vengono disarticolate immediatamente dopo il loro utilizzo.
Continua a leggere Scarti di produzione

La Rete delle Liberta’

Convegno:
La Rete delle Liberta’.
Vivere e lavorare in rete tra rispetto della privacy e sicurezza

Introduzione: Arturo DI CORINTO (leggi lo speech)

partecipano: Domenico DE MASI, Carlo MOCHI SISMONDI,
Pietro FOLENA Antonino CARUSO, Fiorello CORTIANA, Franco BASSANINI, Francesco DE LEO, Ermete REALACCI, Antonio PALMIERI, Tom BENETOLLO, Vincenzo VITA, Carlo FORMENTI

conclusioni: Stefano RODOTA’

9:30 – 13:30 del 24 Febbraio
Univ. di Roma “La Sapienza” – Centro Congressi – V. Salaria, 113
Continua a leggere La Rete delle Liberta’

Disinformation Technology

“Disinformation Technology. Come si manipola l’informazione per divertirsi, fare soldi e magari provocare una guerra”, il libro di Stefano Porro e Walter Molino, con prefazione di Carlo Formenti.

•Presentazione a Roma, 21 febbraio 2004 – ore 12.30, Libreria Feltrinelli (via Vittorio E. Orlando). Interverranno gli autori con Carlo Freccero, Arturo di Corinto (Il Manifesto) e Michele Mezza (Rai).

Per informazioni contattare Aurelia Costa (ufficio stampa Apogeo) , Tel. 02.289981
Continua a leggere Disinformation Technology

Le Opportunita’ dell’era immateriale

Arturo Di Corinto
Aprile, la rivista, Febbraio 2004

Dai media alla Politica, quello di Societa’ dell’Informazione e’ un concetto che e’ stato utilizzato per indicare la progressiva rilevanza che il linguaggio, la comunicazione e i media, assumono nella transizione dal mondo fordista a quello postfordista – dalla fabbrica seriale all’industria culturale, dall’operaio-massa all’intellettuale-massa – e al ruolo rivoluzionario esercitato dalla tecnologia nell’economia in termini di terziarizzazione del lavoro, delocalizzazione della produzione e finanziarizzazione dei mercati.
Continua a leggere Le Opportunita’ dell’era immateriale

La Societa’ dell’informazione

Numero Speciale di Aprile, la rivista.
Febbraio 2004 (da oggi in edicola)
http://www.tornareavincere.it/aprilerivista

Economia, conoscenza, lavoro, tecnologie, formazione, media-ethic

Nonostante tutti ne parlino, i benefici della rivoluzione digitale tardano ad arrivare. Fra vecchi e nuovi poteri, la politica stenta a rivendicare il suo ruolo, mentre l’intelligenza collettiva fatica a individuare forme organizzative adeguate ad incidere nel reale. Intanto, l’Italia diventa terra di conquista di tycoon spregiudicati e di editori che si improvvisano legislatori. Si è aperta una inedita battaglia culturale dagli esiti tutt’altro che certi ma che dipendono dalla qualità dell’alleanza fra la società e la politica.
Continua a leggere La Societa’ dell’informazione

Una macchina per cacciatori di teste

“L’arbitro e’ il venduto”, un libro sul funzionamento dei sistemi di rilevamento per tv, radio e internet.
Arturo Di Corinto
Il Manifesto 8 gennaio 2004

“Un’allucinazione consensuale vissuta contemporaneamente da milioni di individui”….No, non stiamo parlando del cyberspace di quel William Gibson che ha coniato questa definizione per descrivere “la matrice” – “la rete”, diremmo oggi – ma parliamo della presunta affidabilità dei sistemi rilevamento degli ascolti di radio, tv, siti web e case discografiche per stabilire il gradimento dei rispettivi prodotti mediatici.
Continua a leggere Una macchina per cacciatori di teste

Economia della Conoscenza

Fin dagli anni settanta i sociologi hanno enfatizzato l’importanza della Conoscenza nei processi di crescita economica.
Tale enfasi registrava i cambiamenti in atto nella produzione di ricchezza che alla tradizionale trasformazione delle materie prime vedeva affiancarsi la gestione dell’informazione come presupposto della produzione di beni e servizi immateriali, cioe’ di merci che non erano piu’ oggetto di una manipolazione fisica ma cognitiva.
Il capitale di base di questa nuova forma di produzione non era piu’ rappresentato dalle materie prime come il greggio, i minerali, i legnami etc., ma dal sapere sociale e dalle conoscenze esplicite la cui messa in produzione ha posto le basi per un’economia di tipo completamente diverso, l’economia della conoscenza

Scarica il file

Musica on line e pirateria

Musica on line e pirateria
Arturo Di Corinto
19/06/03

“Siamo stati abituati a comprare un libro consci che avremmo potuto scambiarlo, regalarlo ad un amico, metterlo da parte e rileggerlo a distanza di tempo, finanche venderlo. Siamo stati abituati a comprare un disco di vinile a copiarlo in una cassetta e portarcelo al mare, invitati dalla pubblicita’ a comprare uno stereo con doppio mangianastri per condividere la musica con gli amici o fare una copia di riserva di una cosa che puo’ rovinarsi. Ma allora perchè non lo possiamo fare coi computer?”.
Continua a leggere Musica on line e pirateria