Lisa Masier

BIOTERRORISM: PUBLISHING, RESEARCH AND THE FUTURE
Il Manifesto 18 febbraio 2003
Lisa Masier

Un effetto collaterale della guerra e’ sempre la censura, che oggi pero’ non riguarda solo giornali, radio e televisioni, ma anche Internet e la scienza. E’ infatti di questi giorni la notizia che la comunita’ scientifica americana si sta interrogando sull’opportunita’ di diffondere i risultati di ricerche utilizzabili da criminali.
Continua a leggere Lisa Masier

Parole in chiaro per capire i misteri della crittografia – il manifesto – 13 Febbraio 2003

La crittologia è «l’arte e la scienza della scritture segrete» e si divide in due branche: la crittografia (che studia come proteggere i messaggi) e la crittanalisi (come violarli).
(A.D.C.)
Continua a leggere Parole in chiaro per capire i misteri della crittografia – il manifesto – 13 Febbraio 2003

Le due chiavi della sicurezza nazionale

CODICI RIBELLI
La lotta all’ultimo mouse tra servizi segreti americani e hacker
Nata come una necessità militare, la crittografia è diventata il metodo per rendere sicure le transazioni e le comunicazioni tra computer. Ma è stato anche il campo di battaglia tra militari e ricercatori informatici. I primi ne reclamavano il monopolio per controllare Internet, i secondi hanno imposto che diventasse uno strumento alla portata di tutti per garantire la privacy e le libertà civili. Ora, lo studioso americano Steven Levy ha ricostruito la storia della crittografia nel volume «Crypto»
ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 13 Febbraio 2003
Continua a leggere Le due chiavi della sicurezza nazionale

Un altro software è possibile

I progetti per le nuove tecnologie nel Brasile di Lula raccontati dal suo
coordinatore Marcelo d’Elia Branco

Arturo di corinto
il manifesto – 28 Dicembre 2002

Nel Forum sociale mondiale di Porto Alegre dello scorso anno il media center lasciava libertà di scelta tra il software sottoposto al diritto d’autore e quello open source.
Continua a leggere Un altro software è possibile

Nasce la tv contro la guerra

Organi di collegamento nel mondo degli insetti anziché una ragnatela per acchiappare le mosche alle proprie posizioni. Per l’agire reticolare di un movimento che è esso stesso un medium, probabilmente è questa modalità di costruzione delle connessioni fra la galassia dell’informazione indipendente che alla lunga risulterà vincente.

ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 08 Dicembre 2002
Continua a leggere Nasce la tv contro la guerra

«Cattive notizie per la democrazia»

Successo degli incontri sull’informazione: il problema è la concentrazione dei media
ARTURO DI CORINTO FIRENZE
il manifesto – 08 Novembre 2002

L’informazione è essenziale alla democrazia. Perciò la riduzione dell’informazione a merce, la concentrazione proprietaria dei media, il divario informativo fra sud e nord del mondo, il controllo politico nella produzione delle notizie sono un vero attentato alla democrazia, comunque si voglia pensarla.
Continua a leggere «Cattive notizie per la democrazia»

Microsoft, la sorgente del consenso

Miglioramenti e innovazione grazie agli utenti-programmatori. Una
condivisione lontana dallo «spazio aperto» del freesoftware di Linux. La
nuova strategia dello «Shared Source Programme» spiegata da Fabio Falzea,
Peter J. Houston e Jason Matusow, dirigenti della società di Bill Gates
ARTURO DI CORINTO
Il Manifesto – 12-Ottobre-2002
Continua a leggere Microsoft, la sorgente del consenso

L’imbroglio dell’Auditel stasera in tv

Arturo Di Corinto
il Manifesto 10 ottobre 2002

La televisione è diventata inguardabile. Ce ne siamo accorti tutti e sempre più telespettatori se ne lamentano. Programmi uguali fra di loro, conduttori uguali a se stessi da decenni, format che non tirano. La competizione tra Rai e Mediaset è ai minimi termini (come testimoniano gli scarsi investimenti al Mipcom, la fiera mercato dei prodotti televisivi), le aziende lamentano il mancato ritorno degli investimenti pubblicitari e, insieme alle polemiche per i proventi dei diritti televisivi dello sport, la crisi dei varietà miliardari completa un quadro già problematico.
Continua a leggere L’imbroglio dell’Auditel stasera in tv

Per un diritto di cittadinanza. Telematica

IL MANIFESTO del 01 Settembre 2002
Arturo Di Corinto

Con una lettera datata 7 marzo 2002 e rivolta all’attenzione di senatori
e deputati della Repubblica, il senatore Fiorello Cortiana dei Verdi ha
invitato i colleghi a creare un luogo di incontro sui temi
dell’innovazione tecnologica per favorire lo sviluppo economico e
democratico del Paese, costituendo l’Intergruppo Bicamerale per
l’Innovazione Tecnologica e la Cittadinanza Telematica a cui hanno
aderito 50 onorevoli.
Continua a leggere Per un diritto di cittadinanza. Telematica

Linux e Mandrake, compagni di banco

freesoftware
IL MANIFESTO del 01 Settembre 2002
ARTURO DI CORINTO

Il vento del software libero soffia, a partire dagli anni ’90, anche
sull’Italia. Ne vengono scossi dipartimenti universitari e centri
sociali. Ma da oggi, al pluralismo informatico si interessano anche
istituzioni, pubblica amministrazione e scuola
Continua a leggere Linux e Mandrake, compagni di banco

Denominazione di origine controllata

«Consigli per gli acquisti» contro le menzogne delle grandi corporations
IL MANIFESTO del 31 Agosto 2002
A. D. C.

Gnu/Linux – il nome corretto per indicare il famoso software libero
elaborato all’interno del progetto GNU e unico vero concorrente dei
sistemi operativi Microsoft Windows – è parte di una famiglia di
programmi non limitata ai soli sistemi operativi ma che include anche
molti applicativi e sistemi grafici interattivi.
Continua a leggere Denominazione di origine controllata

Una musica per Arpa

INTERNET
A. D. C.
IL MANIFESTO del 30 Agosto 2002

La pratica ideativa alla base dello sviluppo del software libero è
tutt’uno con la cultura hacker che si diffonde ai poli geografici
opposti del Mit di Cambridge e della Bay Area di San Francisco a cavallo
fra gli anni `50 e `60, ancora prima dell’avvento della rete Internet.
Tuttavia fu Internet il veicolo straordinario della realizzazione della
maggior parte del software libero oggi in circolazione e in particolare
di Linux.
Continua a leggere Una musica per Arpa

Nella Rete, prendiamoci per mouse

FREESOFTWARE
ARTURO DI CORINTO,
IL MANIFESTO del 30 Agosto 2002

Etica hacker Dal freeware allo shareware, la libera
diffusione di software si trasforma in battaglia politica contro ogni
forma di proprietà

La scrittura cooperativa e il libero scambio di programmi rappresentano,
negli anni ’60 e ’70, una pratica corrente fra gli hacker ai quali la
grande industria lascia ancora mano libera. Si afferma proprio allora
quell’attitudine alla cooperazione e alla condivisione che sta alla base
della realizzazione dei software odierni. E che Bill Gates non è
riuscito a spezzare
Continua a leggere Nella Rete, prendiamoci per mouse

Una licenza di libertà

Una licenza di libertà
«Software open source». L’altra filosofia della Rete
A. D. C.
IL MANIFESTO del 29 Agosto 2002

Con il termine software libero si intende una vasta gamma di prodotti
software con cui è possibile fare le stesse cose ma che vengono
realizzati nell’ambito di due distinte filosofie, quella – per
intenderci – del free software e quella del software open source. Due
filosofie distinete, certo, ma accomunate dalle medesima matrice
culturale.
Continua a leggere Una licenza di libertà

Si salpa, la crociera è gratuita

NOCOPYRIGHT
Si salpa, la crociera è gratuita
arturo di corinto
IL MANIFESTO del 29 Agosto 2002

Il software libero negli ultimi anni è diventato oggetto di un duro
scontro commerciale ed istituzionale, fra Usa e Ue, fra i produttori di
hardware e software proprietario e gli sviluppatori di software libero,
nonché fra le corporations che detengono i diritti del software
commerciale ed i governi che invece vogliono valorizzare e incentivare
l’uso di quello libero.
Continua a leggere Si salpa, la crociera è gratuita

Il medium è il movimento

Cellulari, videocamere, computer: come il movimento scoprì che si può fare informazione in proprio diventando editori di se stessi. Dalle narrazioni aperte nelle chat e nelle mailing list ai network stabili alla riscoperta del teatro e della danza: quando raccontando si comunica e comunicando si fa politica

ARTURO DI CORINTO
il manifesto 18 Luglio 2002
Continua a leggere Il medium è il movimento

E il Forum va in tilt

ARTURO DI CORINTO
il manifesto 01 Febbraio 2002

Al grido di “No al neoliberismo, no al Wef”, la prima azione di disobbedienza civile elettronica contro il World economic forum di New York è riuscita nell’ingorgo telematico dei siti del Wef (www.worldeconomicforum.com, www.weforum.org) che sono stati irragiungibili per tutta la giornata di ieri a causa del netstrike indetto dall’Electronic disturbance theater e dalla Federation of random action (aggiornamenti sulle giornate newyorchesi dal manifesto su www.mir.it).
Continua a leggere E il Forum va in tilt

Il Forum corre sulla rete

ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 31 Gennaio 2002

“Non posso andare a Porto Alegre, ma voglio sapere tutto quello che accadrà al secondo Forum sociale mondiale. Guardo poco la televisione e quello che dicono i giornali non mi basta. Come posso fare?” Beh, se Internet è la risposta, probabilmente il modo migliore è partire dal sito ufficiale del Forum (www.forumsocialmundial.org.br).
Continua a leggere Il Forum corre sulla rete

Radiocronache dal movimento

Radio Gap, molte voci per raccontare “Le parole di Genova”
ARTURO DI CORINTO
il manifesto – 29 Gennaio 2002

Davanti a un pubblico eterogeneo, venerdì scorso abbiamo assistito alla presentazione del libro Le parole di Genova curato da Anais Ginori e dai free-lance della redazione di Radio Gap (Global Audio Project, www.radiogap.net).
Continua a leggere Radiocronache dal movimento